Notizie

Cerca foto

Galleria:

Sezione:

Parola:


Fotografi e Gruppi

Cerca per tipologia

Provincia:

Nominativo:


Il Banco Ottico

Questo tipo di macchina è strutturalmente il più semplice; contiene praticamente solo l'essenziale, e corrisponde quindi alle prime macchine che sono state costruite.
Il sistema è costituito da un obiettivo (a focale fissa, intercambiabile) che contiene anche l'otturatore ma non la ghiera di messa a fuoco. La piastra porta ottica è fissata sul lato anteriore (standarta anteriore) di un "corpo camera" a soffietto, mentre la standarta posteriore contiene il vetro smerigliato dove viene proiettata l'immagine (ovviamente capovolta e invertita dx-sx). Le due standarte sono montate su una guida a cremagliera, che ne consente l'avvicinamento e l'allontanamento per ottenere la messa a fuoco.
Il dorso portapellicola si inserisce davanti al vetro al momento dello scatto, impedendo così la visione. Può essere a chassis per pellicole piane, quindi grande formato (10x12, 13x18, 18x24 cm), oppure dorso portarulli per pellicole medio formato (6x4.5, 6x6, 6x7, 6x9 cm).
Il banco ottico è molto usato in ambito professionale per due motivi: l'utilizzo di pellicole di grande formato, che consentono una qualità d'immagine superiore, e la possibilità di basculare e decentrare l'ottica rispetto al piano pellicola, permettendo di correggere deformazioni prospettiche indesiderate e di ottenere la messa a fuoco su piani non paralleli alla pellicola.
 

UniversoFotografico.it © copyright tutti i diritti sono riservati. I diritti d'autore delle foto sono di proprietà degli autori

VedaNet.it realizzazione siti internet